Il mio primo lavoro con il das è stato fatto a scuola all'età di 7 anni. Ho creato la mucca carolina che è andata distrutta durante un trasloco. Per un bel periodo, non ho più toccato il das, perchè avevo altri sogni da inseguire...Dopo un periodo brutto e travagliato della mia vita, un mio amico, mi portò a casa sua e mi fece vedere cosa era capace di fare con la terra cotta, e mi propose di provarci ma con zero risultati. Poi, mi consigliò di provare con il das bianco ed io seguì il suo consiglio, così comprai un panetto di das e mi misi a provare. Da lì uscirono fuori due lavori, uno era una statua di un carpendiere, che ho regalato a mio cognato, e l'altro rappresentava un anziano seduto su una panchina che brindava. Da lì mi accorsi della mia passione e capacità di crare e lavorare con il das. Man mano che lavoravo mi rendevo conto che per far asciugare i pezzi più in fretta avevo bisogno dei forni, così ne costruì uno sempre in das. Contemporaneamente, però, iniziai a costruire una cristalliera fatta di das e pezzi di vetro. Ma sfortunatamente e accidentalmente urtò contro un mobile e cadde frantumandosi in mille pezzi. Li mi sentii morire vedendo il mio lavoro, alto circa 60 cm e largo 50 cm, distrutto li per terra. Non toccai più il das per due settimane, ma una notte, metre dormivo mi sognai una struttura immensa in das piena di luci. Il giorno dopo mi misi subito a lavoro e così nacque " Il Monastero" e l'illuminai con una serie di luci natalizie. Premetto però che ci misi 3 anni e mezzo per completarla quasi tutta, poi la feci dipingere dal mio amico, era diventata maestosa  era alta circa 1 m e 20 cm e larga 75 cm. Un giorno purtroppo, tornando a casa dal lavoro, volli vederla accesa, andai per accenderla e vidi che si erano fulminate alcune lampadine... Lì mi ricrollò il mondo addosso. Tentai di rimediare ma non ci riuscì e decisi di demolirla  Mentre la demolivo, cercavo di capire dove e come avevo sbagliato in modo da migliorare in futuro.  Dopo due anni di prove e il monostare come prototipo, sono riuscito a realizzarne un'altra ancora più maestosa " Il settimo cielo" . Queste strutture le ho realizzate tutte a mano, i piatti che preparavo li stendevo con il mattarello per pasta e per farli venire dritti ci mettevo dei pesi sopra. Poi nacque il problema di come asciugare i pezzi più in fretta e da li crai altri due forni. Il primo era stato ricavato dai vasi di fiori e l'altro con una botte di vino che poi a lungo andare si sono rovinati. Così continuai con piccoli lavoretti e contemporaneamente continuai a lavorare sulla nuova struttura. Era l'anno 2007 quando tramite internet, conobbi la mia socia e le feci vedere quello costruivo, lei è rimasta incantata dal mio lavoro e così ci siamo associati per crare un qualcosa che a nostro sapere, non esiste. Comunque ancora oggi la struttura " Settimo Cielo" è in fase di costruzione...
Realizzato con SitoInternetGratis :: Fai una donazione :: Amministrazione :: Responsabilità e segnalazione violazioni :: Pubblicità :: Privacy